AGGIORNAMENTO FRANA A SAN MICELI

Le immagini sono eloquenti, la frana è in movimento, ha interessato la strada SP 36 nella zona di San Miceli (Paola) nei pressi dell’imbocco di via Casedde. Le profonde lesioni longitudinali sull’asfalto dimostrano che nel sottosuolo sarebbe in atto un dissesto idrogeologico su ampia scala.

Numerosi i disservizi in atto: l’abbassamento della sede stradale, la strada è stata inibita al transito, ha interessato una serie di sottoservizi tra i quali rete idrica e gas.

Il movimento franoso riscontrato nel pomeriggio di ieri, martedì 13 febbraio, si è verificato a monte della frana che interessò il 7 e l’8 gennaio 2015 la porzione di San Miceli su via Sangineto, una traversa di via San Michele, a non più di 200 m in linea d’aria.

In occasione dell’evento franoso del 2015, la “mappatura delle aree interessate da movimenti franosi e alluvionali” commissionato tra il 2008 e il 2012 dalla Provincia di Cosenza al CNR, che ha censito più di 60.000 frane in tutto il territorio provinciale, riporta i movimenti franosi della zona in questione marchiandoli con aree rosse di “scorrimento” e con lunghe linee di “fratture al suolo” che evidenziano la vasta area in movimento. Il monitoraggio è stato aggiornato con una nuova perimetrazione che indica lo scivolamento a valle del terreno nella zona di via San Michele e via Sangineto sino a Sotterra. Da oggi tale perimetrazione sarà ulteriormente aggiornata allargando il raggio d’azione della frana in evidente continuo movimento.

Il direttore della Protezione Civile Regionale, Carlo Tansi, si è recato sui luoghi nella mattinata di oggi. Non è escluso un esposto alla Procura della Repubblica di Paola. Ulteriori aggiornamenti nelle prossime ore.

FRANA A SAN MICELI E SOTTERRA

Lascia un commento